Approfondimento vittorie pallanuoto

A1 e A2, en plein di vittorie per le romane

È stato un weekend da ricordare per le squadre abitualmente seguite da L’Occhio Sportivo. Cinque partite e cinque vittorie per Roma Nuoto, Lazio Nuoto, Roma Vis Nova, Latina Pallanuoto e Roma 2007 Arvalia in un sabato da incorniciare. Chi a sorpresa e chi meno, tutte le romane hanno portato a casa 3 punti fondamentali per i propri obiettivi. Tutte trascinate dai loro bomber, ognuna da un assoluto protagonista di giornata. Chi? Andiamolo a scoprire.

 

Roma Nuoto con un Faraglia versione trasferta

Iniziamo dalla Roma Nuoto e da Francesco Faraglia, classe 2001 che tanto bene sta facendo al suo primo campionato in A1. I giallorossi sabato hanno espugnato la difficile vasca di Savona con un netto 9-5, per di più senza lo squalificato Paskovic. Faraglia è stato assoluto protagonista del match con 4 gol e tante giocate. Non far rimpiangere il montenegrino è impresa ardua, ma almeno per stavolta Francesco c’è riuscito a pieno.

Ai più attenti salta agli occhi la differenza di rendimento di Faraglia tra le partite in casa e quelle in trasferta. Non solo a Savona, il giovane romano ha sfornato prestazioni superlative anche a Napoli e a Catania, sempre in parallelo alle vittorie della Roma . Una casualità? Dopodomani al Foro Italico arriva il Brescia, cliente non facile per invertire la tendenza.

 

Lazio Nuoto: cuore e grinta, ma che sofferenza

Vince anche la Lazio Nuoto, che si impone per 11-10 sul Trieste. Partita dai due volti al Foro Italico. Biancocelesti avanti 5-1 a metà secondo tempo, poi il black out che non condanna la Lazio solo grazie al gol nel finale di capitan Colosimo. Un calo di concentrazione imperdonabile (4-9 il parziale subito, ndr), fortunatamente non decisivo, con le aquile trascinate dalle triplette di Giorgi e Maddaluno.

Sono proprio loro due, in una giornata in cui bomber Cannella segna solo due gol, le bocche da fuoco dei biancocelesti. Il leader difensivo Daniele Giorgi, esperienza, sapienza tattica e classe da vendere, regala una tripletta tanto importante quanto decisiva. È un leader silenzioso, invece, Raffaele Maddaluno: da tanti anni ha deciso di sposare la Lazio e sabato l’ha portata alla vittoria.

 

Due vittorie consecutive per la Latina Pallanuoto

Passiamo alla serie A2, girone Sud. Fa due su due la Latina Pallanuoto, che raccoglie un’importantissima vittoria sul campo dell’Arechi Salerno. Più sudato del previsto il 7-8 finale con cui i ragazzi di coach Mirarchi portano a casa i 3 punti. A conferma che in questa serie A2 nessuno fa sconti a nessuno: vincere in trasferta sarà complicatissimo. Protagonista assoluto della partita? Naturalmente il croato Goreta.

L’attaccante neroazzurro è top scorer del match con 3 reti pesantissime per la vittoria finale. E dopo due giornate, con 7 gol all’attivo, è il capocannoniere del girone Sud insieme a un altro protagonista del nostro articolo che scopriremo tra poco. Goreta, come da pronostico, si sta rivelando l’uomo in più del Latina. Un giocatore in grado di segnare a chiunque e al quale appoggiarsi quando l’azione offensiva non regala altri sbocchi. Nel dubbio, palla a Goreta e gli altri inizino pure a chiudere.

 

Vittorioso trascina la Roma 2007 Arvalia

La Roma 2007 Arvalia conquista la sua prima vittoria in campionato battendo la Cesport Napoli con un netto 12-7. Davanti al proprio pubblico, gli uomini di Ciocchetti sbaragliano i napoletani, vincendo ogni parziale di gara. Dopo il buon esordio in casa del Latina, i giallorossi confermano le loro qualità. Faiella mette a segno 3 reti, ma non bastano per essere il vero protagonista di giornata.

Non bastano perché Antonio Vittorioso mette a referto 5 gol. Esattamente lo scarto finale tra le due squadre, tanto per farsi un’idea. La notizia è che Vittorioso, 46 anni il prossimo 9 gennaio, sembra davvero essere immortale. Un giocatore e un atleta per cui ogni aggettivo sarebbe riduttivo e non riuscirebbe a descriverne la grandezza. Con 7 reti in due partite, Vittorioso è capocannoniere dell’A2 insieme a Goreta. Mica male.

 

Prima gioia per la Roma Vis Nova

Un passo indietro a Vittorioso e Goreta, ecco un altro volto noto alla nostra rubrica: il mancino Marko Maras. Dopo le due reti a Palermo, Maras trascina alla vittoria la Roma Vis Nova con un poker decisivo nell’11-6 rifilato al Cus Unime Messina. Nella nuova casa di Monterotondo, i Leoni di Alessandro Calcaterra si sbarazzano facilmente dei siciliani. L’impressione è che i giallorossoblù potranno collezionarne molte di queste facili vittorie.

Ben più probante sarà il test di dopodomani, quando la Vis Nova andrà ad Anzio in casa della Latina Pallanuoto. Supportati da un Maras così, i romani possono pensare anche al colpo grosso contro i pontini, primi in classifica a punteggio pieno. Da non sottovalutare la voglia di rivalsa di Parisi e dello stesso Maras, ex dal dente avvelenato contro i neroazzurri. Senza dubbio sarà un 8 dicembre ad alta tensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *