Archivio

Pallanuotando con Hippo: un campionato per i giocatori di domani

Approfondimento Pallanuotando con Hippo
Immagine dal profilo Facebook di Pallanuotando con Hippo

Tempo di lettura: 5 min

Uscita straordinaria per la pallanuoto de L’Occhio Sportivo. Il motivo? Semplice: un evento straordinario. Non di serie A1 o A2: diamo spazio alla pallanuoto giovanile. Parliamo di Pallanuotando con Hippo, il più importante campionato di pallanuoto romana riservato alla categoria U11. Abbiamo fatto due chiacchiere con l’organizzatore di questo bell’evento, l’allenatore dell’Akrosport Roma e della Lazio Nuoto Mauro Baronciani.

Il campionato

Pallanuotando con Hippo non è una novità per gli assidui frequentatori della pallanuoto giovanile romana. È da più di dieci anni che, con grande impegno, Mauro Baronciani organizza questo evento per i piccoli acquagol. La novità, però, sta nel format. Nato come torneo giornaliero di respiro nazionale, dallo scorso febbraio Pallanuotando con Hippo ha preso una piega diversa. Baronciani ha deciso di organizzare un vero e proprio campionato riservato agli U11.

L’appuntamento è al Jem Fitness di Casal Palocco una volta al mese, da ottobre fino a giugno. Davvero moltissime le squadre partecipanti, tutte provenienti dal territorio romano e laziale. Un tripudio di bambini, sport e divertimento. Con l’aiuto della moglie Cristina, Mauro non lascia nulla al caso, per accogliere al meglio più di venti partite in un solo pomeriggio. Lo spirito dell’iniziativa è quello giusto: una sana competizione, un momento di verifica sia per i bambini, sia per gli allenatori dei piccoli atleti.

L’idea di Baronciani nasce dall’amore e dalla passione che da sempre nutre per questo sport. Mauro vive di pallanuoto: è allenatore dell’Akrosport e della Lazio Nuoto. Non ha altri lavori. Dedica se stesso e il suo tempo a insegnare ai bambini. Ed è proprio per questo che, da semplice addetto ai lavori, ha voluto organizzare un campionato del genere. Per dare spazio, gioco e divertimento a una categoria giovanile che invece molto spesso non ne ha.

Pallanuotando con Hippo: garanzia di divertimento

Già dal nome spiritoso si capisce subito quale sia l’ambiente che si trova al Jem Fitness durante lo svolgimento della manifestazione. Un torneo pulito, dove la crescita dell’atleta e della persona vengono prima del risultato. Dove ad arbitrare sono gli allenatori delle altre squadre, anche per educare l’allenatore stesso alla non protesta. Per farlo rendere conto della difficoltà che c’è a trovarsi ad arbitrare una partita di pallanuoto.

“Il mio sogno”, ci confida Baronciani, “è quello di organizzare una giornata del campionato a squadre miste. Senza l’ossessione del vincere o perdere, mettendo da parte il proprio club di appartenenza. Il mio sogno è far venire cento bambini in piscina con il solo obiettivo di giocare a pallanuoto e conoscere più compagni e amici possibile”. Questo è lo spirito giusto per affrontare un campionato tra bambini. Perché a nove o dieci anni di questo si parla. Lo tengano ben presente anche i genitori, spesso più affamati dei figli di gol e vittorie.

Proprio oggi, 10 novembre, ci sarà un’altra tappa del campionato, con squadre diverse rispetto a quelle viste a ottobre. Poi, il vero inizio del torneo ci sarà, con ogni probabilità, il weekend tra il 15 e il 16 dicembre. Di seguito, ecco tutte le squadre partecipanti a questo splendido evento.

Eschilo 1 SV, Blu 3000, 3T Academy, Nuoto Flores, Alma Nuoto, Athlon Roma, Roma Vis Nova, Akrosport Roma, Wellness Town, SPN Antares Latina, Zero9, Eschilo 2 RVN, Juventus Nuoto, Lazio Nuoto e Roman Sport City.

L’Occhio Sportivo non poteva ignorare questa iniziativa. Pallanuotando con Hippo permette agli U11 di avere un impegno sportivo divertente con regolarità. Cavalcando l’onda dell’HaBa WaBa International Festival, il torneo U11 più importante del mondo, ecco finalmente un campionato romano dedicato a questa categoria. Il livello, forse proprio grazie all’obiettivo di andare all’HaBa WaBa a giugno, è ogni anno sempre più alto. I bambini cominciano prima a giocare e hanno bisogno di spazi per mettersi alla prova. Tantissime società dedicano sempre più tempo alla crescita dei propri tesserati più piccoli. Grazie a Pallanuotando con Hippo questo è oggi possibile per tutti. Un campionato acquagol per i giocatori di domani.

Condividi:

Pubblicato da Andrea Esposito

Nato a Roma il 6 marzo 1994, si interessa di sport da quando è bambino. Dopo il diploma di liceo scientifico, nel luglio del 2017 consegue la laurea con 110 e lode alla facoltà di Scienze della Comunicazione a Roma Tre. Nel novembre del 2019, invece, consegue la specialistica in Informazione, Editoria e Giornalismo, sempre presso l'ateneo di Roma Tre e sempre con la votazione di 110 e lode. Il percorso di studi non ha intralciato la sua carriera agonistica: gioca a pallanuoto dal 2004 e, dopo aver militato nelle nazionali giovanili e nei maggiori campionati italiani, è oggi giocatore semiprofessionista e addetto stampa ufficiale della R.N. Frosinone e allenatore delle giovanili.