Rubriche Storiche

Miracolo Fermana: l’indimenticabile promozione in Serie B del 1999

m.cronachefermane.it

La prima volta dei Canarini marchigiani in cadetteria assume i contorni della favola: da un girone d’andata disastroso, dall’incubo retrocessione in Serie C2 alla clamorosa rimonta culminata con l’happy end di Battipaglia. Una stagione no sense per la Fermana che, oltre alle quotate Palermo e Juve Stabia, sconfigge anche un’intossicazione alimentare e si regala un paradiso fino a quel momento inesplorato: la Serie B.

Rubriche Storiche

Il canto del cigno del basket a Forlì: Niccolair e la promozione in A1 del ’95

Forlipedia.it

La promozione in Serie A1 della Libertas Pallacanestro Forlì, allora sponsorizzata Olitalia al termine dell’annata 1994/95, rappresenta solo uno dei più incredibili e controversi capitoli che la storia della pallacanestro italiana ricordi: scambi di proprietà, esoneri a stagione in corso, americani che vanno e vengono, nottate ai casinò veneziani preferite agli allenamenti fino alla sera del 21 maggio 1995 e alla Serie A, conquistata nella tana dei rivali di sempre. Un collettivo che la piazza forlivese non ha mai dimenticato e che l’Occhio Sportivo riporta, dopo quasi 26 anni, sotto la luce dei riflettori.

Rubriche Storiche

Gheorghe Hagi, pennellate in libertà del “Maradona dei Carpazi”

Gsp.ro

Combattere lo sciagurato 2020 di cui tutti siamo, chi più chi meno, vittime attraverso il racconto, in pillole, di storie calcistiche in cui cultura e pallone si fondono. Orfani di Diego Armando Maradona e, nelle ultime ore, di Paolo Rossi, lo storytelling calcistico targato Occhio Sportivo vi conduce stavolta in un viaggio che ha come meta conclusiva la Romania degli anni ’80. Una realtà imprigionata tra i suoi stessi confini.

Archivio

Ode a Diego Armando Maradona (1960-∞)

LavocediNewYork.com

Life is life. Ce lo ha insegnato proprio lui, El Diez, in quella mite serata bavarese dell’aprile 1989. Una danza in salsa mefistofelica, ipnotica, da pace dei sensi ed estasi collettiva. Movimenti sinuosi, cadenzati dalle onde trasformate in note del celebre brano degli Opus e dal ritmo impresso dal Pibe de Oro, capaci di rapire anche chi, con il calcio, ha sempre avuto poca dimestichezza. Life is life, prendere o lasciare. Quei palleggi, a Monaco di Baviera, non hanno fatto altro che raccontarci metaforicamente la storia di vita di Maradona.

Rubriche Storiche

Da Lily Parr a Carolina Morace: gli echi storici e sociali del calcio femminile

blogpreston.co.uk

Dici calcio, leggi Preston. La città del Lancashire appartiene, insieme a Nottingham e Sheffield, al “triumvirato” calcistico di stampo britannico, madrepatria del football così come oggi lo conosciamo. Tra le uggiose e silenziose campagne che abbracciano le sponde del fiume Ribber e le vecchie fabbriche segnate dai tempi e dalla modernità della rivoluzione industriale, il calcio ha trovato a Preston la sua definitiva rampa di lancio. E non solo nella più classica versione maschile.