Archivio

Ma davvero è sempre colpa dell’arbitro?

ilmessaggero.it

Otto gli arbitri aggrediti dall’inizio della stagione, 300 da inizio 2018. Sono questi i dati riportati dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini dopo l’ultimo grave episodio. Domenica 11 novembre, infatti, Riccardo Bernardini, un giovane arbitro di 24 anni, ha rischiato la vita a causa di un aggressione da parte dei “tifosi” della Virtus Olympia San Basilio. Al termine dell’incontro di Promozione laziale tra la Virtus e l’Atletico Torrenova,  il direttore di gara della sezione di Ciampino è stato raggiunto da 4 spettatori, malmenato fino a perdere i sensi e trasportato al pronto soccorso perché “colpevole” di aver favorito la squadra ospite con il suo arbitraggio.

Archivio

Mercato: la Juve è la vera regina?

A due settimane dall’inizio della Serie A le squadre stanno facendo gli ultimi aggiustamenti di mercato per poter affrontare al meglio la stagione che viene. Nelle ultime sessioni il mercato italiano non è riuscito né ad attrarre i grandi campioni né a trattenere i talenti sbocciati nei nostri confini ammaliati dai campionati più ricchi. La Juventus un mese fa ha provato ad invertire la tendenza ufficializzando, il 10 luglio, l’arrivo di Cristiano Ronaldo per la cifra record in Italia di  112 milioni. Da questo acquisto nasce un quesito spontaneo, la Juventus è la regina di questo mercato?

Archivio

Francia-Argentina: gli ottavi di Russia 2018 partono col botto

Con la fase a gironi giunta al termine con le partite di giovedì 28 giungo, si inizia a fare sul serio con gli ottavi di finale della competizione mondiale. Ad aprire le danze della fase a eliminazione diretta sarà una sfida di lusso, che sicuramente escluderà dalla corsa alla coppa una delle favorite ad inizio competizione. Alla Kazan Arena, alle ore 16, si sfideranno infatti Francia e Argentina. In serata, alla Fisht Arena di Soci, andrà in scena la seconda partita della giornata con Uruguay e Portogallo.

Archivio

Mondiali 2018, Girone H: Polonia e Giappone e gli orrori indistinti della Guerra

Martedì 19 giugno alle 14:00 a Saransk inizierà il Girone H con il primo match che vede di fronte Colombia e Giappone. L’altro incontro del girone si disputerà alle 19:00 a Mosca e mette di fronte la Polonia e il Senegal. Il Girone H è un raggruppamento che offre molto talento, con i vari Lewandowski, Rodriguez, Kagawa e Manè, accostato, però, a molta inesperienza delle squadre a livello mondiale, fattore che rende ancora più incerto l’esito del girone. In questa nostra analisi non si affronterà solo l’aspetto tecnico delle squadre ma si andrà a studiare le nazioni, prima che le nazionali, che compongono questo girone per vedere con quale spirito le squadre si affronteranno in campo.

Archivio

Coppa Italia: Juventus-Milan, due motivazioni ma un solo obiettivo

Con la stagione che ha già dato quasi tutte le sue sentenze, la finale di Coppa Italia può diventare quella partita che risolleva una stagione o glorifica un’annata spettacolare. Mercoledì 9 maggio la Juventus e il Milan si sfideranno per contendersi la 71esima edizione della coppa nazionale. Questa partita può essere un crocevia importante soprattutto per i rossoneri che vogliono dare continuità di trofei dopo la Supercoppa della scorsa stagione e per dimostrare di aver fatto la scelta giusta con Gattuso dopo i dubbi sorti con le ultime opache prestazioni. Ma è una sfida importante anche per i bianconeri che non vogliono farsi sfuggire un altro titolo stagionale dopo la Supercoppa, persa contro la Lazio, e la Champions League, con la prematura eliminazione al veleno contro il Real Madrid.