Approfondimento serie A2

Pallanuoto, il bilancio dell’A2 al giro di boa

Appuntamento inconsueto per la pallanuoto de L’Occhio Sportivo, in una straordinaria uscita di lunedì 4 marzo, giorno in cui il nostro blog cambia volto. Tema di oggi è la Serie A2, girone Sud. Andremo a stilare un bilancio di questo bel campionato, arrivato al giro di boa, con un focus particolare sulle squadre che trattiamo di solito. Roma 2007 Arvalia, Latina Pallanuoto e Roma Vis Nova, ovviamente. Ma prima diamo uno sguardo generale.

Serie A2, il girone Sud non delude le aspettative

Già dall’estate scorsa, il girone Sud della Serie A2 si preannunciava equilibrato e scoppiettante. A fine girone d’andata, le aspettative non sono state deluse, anzi. La R.N. Salerno si candida a fare la lepre per tutto il campionato, con la consapevolezza di chi da anni si trova a suo agio nelle posizioni di testa. Dietro è bagarre: i posti rimanenti per i play off sono solo tre, ma le squadre in corsa sono ben sei, sette se contiamo anche l’Acquachiara. Tutte in 8 punti, alla lunga le motivazioni faranno la differenza.

In coda è lotta serrata tra Cesport (7 punti, ndr), Arechi, Muri Antichi e Crotone (tutte a 6, ndr). Una retrocederà diretta in B, due si giocheranno i play out, una sola sarà salva. Guardando i valori, probabilmente i napoletani. Ma gli incroci più interessanti sono nella parte medio alta della classifica, dove troviamo anche le nostre tre romane. All’inseguimento del Telimar Palermo e inseguite da Pescara e Cus Unime Messina. Eccole nel dettaglio.

Latina Pallanuoto

Ai nastri di partenza, la Latina Pallanuoto era senza dubbio la favorita alla vittoria di questo campionato di A2, insieme alla R.N. Salerno. I campani hanno mantenuto le aspettative, facendosi valere soprattutto negli scontri diretti di alta classifica. I neroazzurri di Maurizio Mirarchi, dopo un super avvio (15 punti nelle prime 5 partite, ndr), hanno avuto poi un calo, sia nelle prestazioni che nei risultati. I numeri parlano chiaro: sono solo 7 i punti raccolti nelle ultime sei giornate .

Il terzo posto attuale (22 punti a pari merito con la Roma 2007, ndr) andrà migliorato in un girone di ritorno che vedrà i pontini impegnati in casa contro Salerno e Palermo. Ma occhio alle insidie: Roma 2007, Vis Nova, Messina e Pescara saranno campi difficili in cui prendere punti. Ed è lì che si deciderà il piazzamento finale del Latina, che non può più permettersi passi falsi per raggiungere l’obiettivo stagionale. Migliore sarà la classifica, maggiori saranno le probabilità di approdo in A1.

Roma 2007 Arvalia

La Roma 2007 Arvalia è di sicuro la squadra di A2 che ha maggiormente impressionato tifosi e addetti ai lavori. Il mercato estivo di qualità aveva fatto presagire un campionato ben diverso dall’ultimo, concluso con una faticosa salvezza. Così è stato, ma forse oltre ogni più rosea previsione: quanti avrebbero scommesso sui 22 punti della squadra di Ciocchetti al giro di boa? La ricetta vincente è un mix di gioventù ed esperienza, accompagnato da una fase difensiva che rasenta la perfezione.

Il tredici giallorosso è stato ben costruito da società e allenatore e sembra poter puntare dritto ai play off. È chiaro che quanto di buono fatto in questo girone d’andata, dovrà essere quantomeno ripetuto in quello di ritorno. Il calendario è equilibrato: Latina, Palermo e Salerno sono attese al Foro Italico, Pescara, Messina, Cesport e Vis Nova le trasferte più ostiche da affrontare. Il valore aggiunto della stagione? Il portiere Washburn.

Roma Vis Nova

Indecifrabile il campionato della Roma Vis Nova. I 18 punti attuali valgono il sesto posto a pari merito con il Cus Unime. I dati ci raccontano di una squadra che in casa ha sempre vinto, ad eccezion fatta proprio dell’ultima partita contro l’Acquachiara. Viceversa, fuori casa i Leoni di Calcaterra hanno perso ovunque, tranne che a Crotone. Al ritorno, tutti i big match, escluso quello con il Messina, si giocheranno a Monterotondo, vero fortino del Vis Nova. Sarà una lama a doppio taglio?

In estate avevamo lanciato la Roma Vis Nova nella corsa ai play off, collocandola precisamente tra il quarto e il sesto posto. Nonostante qualche punto perso di troppo, i Leoni sono ancora in piena corsa per il loro obiettivo stagionale. Il diktat dopo questa settimana di pausa è ripartire e mettersi alle spalle l’ultima brutta sconfitta casalinga. La difesa il punto di forza fin qui, supportata da due grandi individualità come capitan Vitola e il portiere Bonito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *