EuroLeague, ci si vede l’anno prossimo! E intanto a Milano…

Abbiamo aspettato fino all’ultimo, ma alla fine non c’era altra soluzione: l’EuroLeague e l’EuroCup si fermano. Nessun vincitore, nonostante varie squadre avessero dato la propria disponibilità a continuare, vedi l’Efes, e nonostante le proteste da parte del Partizan e della Virtus Bologna per la non ammissione alla prossima stagione di EuroLeague. Intanto il mercato per la prossima stagione si fa sempre più caldo specialmente in casa Olimpia Milano, con due eccellenti arrivi alla corte di Ettore Messina. Ma andiamo con ordine.

Cara Euroleague, ci si vede l’anno prossimo!

Ebbene si, dopo circa 2 mesi di strategie e trattative sul come portare avanti e concludere la stagione, il board della EuroLeague ha deciso di chiudere la stagione a causa della pandemia mondiale. Tutto questo nonostante 4 delle 11 squadre con licenza, abbiano dato il parere positivo a continuare la stagione, tra cui l’Efes. Proprio la squadra turca era vista come una delle favorite alla vittoria finale della competizione.

Ed è così che, l’anno prossimo, vedremo al via le stesse 18 squadre che hanno partecipato quest’anno, mandando su tutte le furie la dirigenza del Partizan e della Virtus Bologna. Infatti, specialmente da Belgrado, hanno alzato la voce in quanto le due squadre avrebbero voluto (o dovuto) partecipare alla prossima stagione di EuroLeague a discapito dello Zenit San Pietroburgo. La squadra serba difatti vi sarebbe andata in caso di vittoria o finale di EuroCup, o grazie alla vittoria della Lega Adriatica, dove occupava il primo posto in classifica. D’altra parte le V nere, sempre con la motivazione del primo posto in classifica e della probabile vittoria in EuroCup, vorrebbero accedere in EuroLeague. Ma come detto da Bartomeu, a meno di rinunce, nessuna delle due squadre parteciperà all’EuroLeague dell’anno prossimo.

A proposito di rinunce, la radio greca Sport FM94.6 riporta come il Panathinaikos potrebbe lasciare la massima competizione europea a causa dei rapporti ormai incrinati tra Bartomeu e la dirigenza greca. Sarà ancora un bluff del padrone dei greens o questa volta sarà vero?

Il mercato si accende, Milano piazza già tre colpi

L’inizio della prossima stagione è ancora lontano, ma la dirigenza dell’Olimpia Milano ha subito piazzato tre colpi incredibili: Kyle Hines, Malcolm Delaney e Davide Moretti. Il centro arriva da 7 anni passati al CSKA Mosca, mentre il playmaker arriva da un’ottima stagione al Barcellona. Per Messina sono due ottimi colpi, che aumentano il valore del roster milanese. Moretti invece arriva da due stagioni in NCAA ed è pronto per il salto nei parquet dell’Europa che conta. Sempre l’Olimpia, nel frattempo, vuole provare a chiudere per Gigi Datome e Derrick Williams, entrambi al Fenerbahce, e con Shevon Shields, ex Trento, anche se per ora le trattative con i giocatori del Fener sono difficili. In uscita invece Amedeo Della Valle, il quale probabilmente finirà tra le fila di Brescia.

In uscita dal Fenerbahce ci sarebbe anche Sloukas, con il play greco conteso da Real Madrid e Olympiacos. Proprio i greci sarebbero in vantaggio per accaparrarsi il giocatore grazie ai 6 milioni offerti in 3 anni. Rimanendo in Grecia, ma sponda Panathinaikos, è ormai certo l’addio di Calathes, il quale ha un’offerta da parte del Barcellona. Norris Cole, ex Miami Heat, si accasa invece all’Asvel, mentre il Maccabi Tel Aviv vorrebe chiudere per Lorenzo Brown. Non è un colpo, ma è una conferma importante quella di Mike James al CSKA: il play americano rinnova con la squadra moscovita per 3 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *