EuroLeague: l’Olimpia vola ad Atene, lo Zalgiris riceve il Real Madrid

Inizia la terza giornata di Eurolega con tanti big match, a partire da quello che vede presente l’Olimpia Milano in trasferta sul campo del Panathinaikos. Altre partite importanti le troviamo a Mosca con il derby tra CSKA e Khimki e in terra lituana con la sfida tra Zalgiris e Real Madrid. Ma prima di vedere cosa ci aspetta, vediamo i risultati della seconda giornata:

Milano supera lo Zalgiris; ora c’è il Panathinaikos

Dopo lo stop a Monaco di Baviera, la truppa di Messina si rifà tra le mure amiche superando lo Zalgiris per 85-81. Partita caratterizzata da molti fischi dubbi, da una e dall’altra parte, nonostante quello che faccia più scalpore sono i passi e l’infrazione di campo nell’ultimo minuto commessi dall’Olimpia. Per Milano buone le prestazioni di Rodriguez (17 pti e 6 ast) e Brooks (14 pti), i quali con un ottimo primo quarto, hanno permesso alla squadra meneghina di portare a casa la vittoria. Per Jasikevicius non bastano Walkup (19 pti) e Grigonis (13 pti).

La squadra di Messina ora volerà ad Atene, dove ad attenderla ci sarà il Panathinaikos il quale si vorrà ifare dalla sconfitta a Lione contro l’Asvel. I greci si presentano con Thomas (20 pti e 8.5 rim) e Calathes (17 pti e 7.5 ast) molto carichi, con le aggiunte di Fredette e Johnson, i quali vogliono rifarsi dopo le prestazioni sotto le aspettative in campo europeo. Per l’Olimpia sarà una sfida difficile, in primis per il fattore campo; inoltre la fisicità dei greci sotto canestro è superiore rispetto a quella posseduta dalla squadra di Messina. Riuscirà Milano a tornare con la vittoria?

Il derby di Mosca, Zalgiris-Real e le altre sfide:

Come detto in precedenza a Mosca andrà di scena il derby tra CSKA e Khimki. L’armata rossa arriva da un’importante vittoria contro il Bayern Monaco, grazie a Clyburn (15 pti), mentre per gli ospiti non basta Monroe (17 pti e 10 rim). Il Real Madrid dopo la vittoria all’ultimo secondo contro il Maccabi Tel Aviv grazie alla tripla di Carroll (14 pti), andrà a Kaunas dove ad attenderli ci sarà uno Zalgiris che venderà cara la pelle dopo la sconfitta a Milano. Sfida importante anche quella che vedrà il Fenerbahce contro il Baskonia. La squadra di Obradovic è ancora a 0 vittorie viste le sconfitte rimediate in trasferta con il Real e la Stella Rossa. Sicuramente ci si aspetterà molto da Datome e compagni.

Nelle altre sfide, la Stella Rossa, carica dopo la vittoria con il Fener, va a far visita al Maccabi, mentre il Barcellona, al momento inarrestabile in europa, riceve l’Alba Berlino. Infine il Bayern sfiderà la sorpresa Asvel (francesi primi a parimerito con 2 vittorie), l’Olympiacos riceverà la matricola Zenit San Pietroburgo e per finire il Valencia attenderà alla Fonteta un Anadolu Efes rigenerato dopo l’ultima vittoria.

Eurocup, Bologna contro Andorra, Venezia con la prova Tofas

Continua il momento magico della Virtus Bologna, che dopo aver spazzato via il Maccabi Rishon Lezion per 96-77 grazie ai 21 punti di Gaines e i 16 di Markovic, attende quella che con molta probabilità, sarà la sua rivale per la prima posizione nel girone. Andorra arriva dalla vittoria interna contro Ulm grazie alla buona prestazione di Todorovic (15 pti). Per Djordjevic, con molta probabiltà, sarà la sfida più difficile fino ad ora in questa stagione.

Dall’altra parte, la Reyer Venezia cerca la sua prima vittoria dopo le sconfitte con il Partizan e Lokomotiv. Ai campioni d’Italia non è bastato Daye con 14 punti nella trasferta russa persa per 77-63. Con il Tofas la Reyer dovrà assolutamente cercare la prima vittoria se non vorrà avere problemi nel passare al turno successivo. Ma sicuramente ci vorrà più impegno rispetto alle scorse partite.

La Germani Brescia invece attenderà tra le mura amiche il Cedevita Olimpija. Brescia, uscita sconfitta da Badalona per 81-68, consegnando così la prima vittoria dal 2010 alla compagine spagnola. La Germani dovrà sicuramente ripartire dai 15 punti di Abass per contrastare la stazza fisica della squadra slovena.

Infine Trento, che dopo la vittoria in trasferta a Podgorica sul campo del Buducnost per 68-77 grazie ai 19 di Blackmon e i 15 di King, attenderà Oldenburg. La squadra tedesca è uscita sconfitta da Istanbul, dove il Galatasaray ha vinto per 92-79. Per l’Aquila la partita non è delle più difficili, ma mai sottovalutare la squadra tedesca, in quanto più di una volta è riuscita a ribaltare il pronostico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *