Eurolega Final Four: il CSKA vince una partita al cardiopalma e raggiunge la finale

La seconda finalista di queste Final Four di Vitoria-Gasteiz è il CSKA di coach Itoudis. La squadra è riuscita a ribaltare il risultato nell’ultima frazione grazie ai punti di De Colo e l’ottima prova di Othello Hunter. Domenica in programma la finale alle ore 20:00 tra Efes e CSKA per una finale che si prospetta più che affascinante.

I Quarto, CSKA – Real Madrid 18-22

Inizia nel migliore dei modi il Real Madrid il match grazie alla presenza di Tavares, autore di 4 punti consecutivi nei primi minuti di gioco. A rispondere per il CSKA è Daniel Hackett che riesce a conquistare due falli contro la fisicità dei blancos e andare in lunetta per trovare i primi punti iniziali per la squadra di Mosca. A giocare sottotono in questi primi dieci minuti sono Campazzo e De Colo, protagonisti di diversi palloni persi in questa prima frazione. Il centro del Real è fondamentale in chiave difensiva per i campioni in carica e con due stoppate e la sua presenza sotto i tabelloni mette in difficoltà gli uomini di Itoudis che non riescono a trovare facilmente la via del canestro. Il massimo vantaggio arriva con un gioco da tre punti di Randolph ma i canestri di Hines e la leadership di Rodriguez riportano il CSKA sotto di 4 (18-22) a fine primo quarto.

II Quarto, CSKA – Real Madrid 43-45

La partita rimane in equilibrio con il CSKA sempre più dipendente da Rodriguez e che rimane attaccata al match grazie ai canestri del play spagnolo. Senza la presenza di Tavares sotto i tabelloni, la squadra di Mosca prende sempre più fiducia in campo e con la tripla del Chaco trova il primo vantaggio del match (29-28). L’entrata in campo di Caseur fa sì che il Real rimanga in vantaggio e tenga botta alla rimonta russa. Il match si scalda con le giocate dell’ala della squadra di Laso e con la tripla di Thompkins il punteggio recita 37 a 43. Si accende nel finale, però, Clyburn che con la tripla allo scadere riporta Mosca sotto di 2 punti all’intervallo (43-45).

III Quarto, CSKA – Real Madrid 65-73

Il terzo periodo inizia una tripla a parte: Fernandez apre le danze ma pronta la risposta di Clyburn (46-48). La gara sale di intensità e con essa anche gli errori sul campo aumentano da entrambe le parti. Campazzo cerca di aumentare il nervosismo in campo con il suo solito atteggiamento e con un canestro e fallo riporta il Real sul +6. L’argentino è in palla e con i suoi canestri e la tripla di Randolph, la squadra spagnola tocca il +11 (50-61) costringendo Itoudis al timeout. Continua il momento no del CSKA e il momento si della squadra di Laso che con la grande performance di Caseur arriva al massimo vantaggio (51-65). De Colo prova a trascinarsi la squadra sulle spalle e con un canestro da tre punti e quattro liberi consecutivi riporta i russi sotto di dieci. Llull con una grande giocata fissa il punteggio sul 58 a 71 ma Othello Hunter e una tripla di Rodriguez conclude la terza frazione sul 65-73.

IV Quarto, CSKA – Real Madrid 95-90

Ad aprire le danze degli ultimi dieci minuti è un canestro da sotto di Otello Hunter ma pronta la risposta del Real grazie a una tripla di Llull. Fondamentale in questo inizio di quarto è il centro del CSKA e l’asse Hackett-De Colo che riportano, grazie ai loro canestri, la squadra di Itoudis a contatto. Nel momento chiave del match Llull fallisce tre triple consecutive e dalla lunetta De Colo (prima fallo su tiro, poi con il tecnico di Laso) fissa il punteggio sul 76-78. Thompkins trova delle giocate fondamentali in questi minuti (prima un’interferenza e poi un rimbalzo offensivo) e la partita si gioca sul filo del rasoio. Higgins trova una penetrazione da due e riporta Mosca sotto di uno (84-85). La giocata decisiva è firmata da Nando De Colo che con una tripla in faccia a Thompkins porta il CSKA al suo primo vantaggio (87-85). È una partita che regala spettacolo e tensione negli ultimi minuti del match: gli errori dal campo del Real portano i russi a fare diversi giri dalla lunetta dove non commettono errori. Sul 91 a 87, però, Llull firma la tripla del -1 (91-90) ma dalla linea della carità Higgins firma il 93-90 a 14 secondi dalla fine. Il play spagnolo ha un’ultima occasione per portare la gara in parità ma sbaglia e sempre dalla lunetta il CSKA chiude il match sul 95 a 90.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *