Eurolega: 25° turno di fuoco

Questa sera ritorna l’Eurolega, dopo che la settimana scorsa non si era giocato per la pausa delle coppe nazionali. L’Olimpia Milano di Ettore Messina, archiviata la non fortunatissima parentesi della Coppa Italia, sfida i russi del Khimki nella prima delle dieci gare che mancano alla conclusione della Regular Season.

Milano alla prova russa

La situazione dell’A|X Armani Exchange rischia di diventare critica per la classifica, ma potrebbe anche risollevarsi molto in caso di vittoria. Balla pochissimo tra il settimo posto di Valencia (12 vinte, 13 perse), l’ottavo di Milano e Fenerbahce (11-13) e il decimo di Khimki, Stella Rossa e Olympiacos (10-14). Alla serata del Mediolanum Forum non parteciperanno Nemanja Nedovic, vittima di uno stiramento all’adduttore della gamba destra che lo terrà per un po’ fuori dal campo, e Christian Burns che ha accusato un’infiammazione al ginocchio. Il Khimki, sostanzialmente, vive su Alexey Shved, secondo miglior marcatore dell’Eurolega (21.3 punti e 6.0 assist a partita), Devin Booker e Dairis Bertans che torna a Milano da ex (50 partite di Eurolega in due anni con la maglia numero 45 dell’Olimpia).

I russi, come detto, inseguono l’Armani ad una vittoria di distanza. La partita di andata è finita 87-79 per la squadra di Rimas Kurtinaitis, che in questo momento ha qualche problema di infortuni e ha appena firmato Thomas Robinson, ex prima scelta NBA che era nel roster della passata stagione. La squadra moscovita è reduce dal successo contro la Stella Rossa, che ha visto interrompere una striscia negativa di tre sconfitte consecutive. Inutile dire che la gara di domani è cruciale per il prosieguo europeo dei meneghini che puntano a restare quantomeno aggrappati all’ottavo posto (treno playoff a cui aspirano anche i gialloblu, attualmente undicesimi) e ad invertire quella rotta che li ha portati a cinque sconfitte negli ultimi sei incontri di Eurolega.

Consapevole dell’importanza della partita è naturalmente coach Ettore Messina, che chiede ai suoi giocatori uno sforzo per portare a casa i due punti, cercando anche di ribaltare il -8 dell’andata: “Per noi si tratta di una partita complicata, perché veniamo dall’eliminazione nella semifinale di Coppa Italia che ancora brucia, quindi l’aspetto mentale sarà decisivo. Non possiamo piangerci addosso e viceversa dovremo aggredire la partita. Giochiamo con una squadra di enorme potenziale offensivo contro cui sarà fondamentale difendere, avere equilibrio e attaccarli sotto canestro“.

Sfide da playoff

25° turno che vede diverse partite, oltre a quella di Milano, molto interessanti soprattutto nei piani alti della classifica e in zona playoff. La partita che balza subito all’occhio è senza ombra di dubbio quella tra Fenerbahce e Real Madrid. La squadra di Obradovic è tornata in piena zona playoff dopo aver vinto 6 delle ultime 8 gare. Mancano per ora le vittorie contro le grandi, e questa sera contro il Real sarà un bel banco di prova. I blancos, dal canto loro, arrivano al match in una situazione poco piacevole in merito agli infortuni: sono out dalla gara infatti Llull, Randolph (tornerà probabilmente direttamente ai playoff), Reyes e Taylor. Una partita sicuramente dal risultato alquanto aperto. Stessa cosa si può dire per Panathinaikos-Barcellona. I green, stabili al sesto posto in classifica, dovranno far affidamento al calore dell’OAKA per cercare di portare a casa un match molto delicato e imprevedibile, considerando anche il momento di flessione della squadra di Pesic che, dopo la brutta eliminazione in Copa del Rey contro il Valencia, non è più sicuro del posto in panchina.

Proprio i taronja di coach Ponsernau si giocheranno tra le mura amiche della Fonteta uno scontro playoff contro il Maccabi. I padroni di casa, che dovranno fare a meno di Loyd e Van Rossom, cercano una vittoria che potrebbe portarli a consolidare il settimo posto e a vivere la settimana che precede lo scontro diretto sempre in casa contro il Fenerbahce con più tranquillità. Gli israeliani, in piena lotta per il quarto posto, avranno ancora una rosa corta a disposizione, vista la grande sfortuna con gli infortuni che attanaglia la squadra di Sfairopoulos da inizio anno. I gialloblù però hanno dimostrato di saper affrontare le difficoltà nel migliore dei modi e se la giocheranno fino all’ultimo per un ottimo posto in ottica playoff. Le altre partite in programma nel turno di questa settimana sono: Zenit – Alba Berlino, Olympiacos – Asvel, Baskonia – Zalgiris, Stella Rossa – Cska Mosca e Bayern Monaco – Efes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *