Pallanuoto, settimana intensa per le romane in serie A1

Tre partite in una settimana siamo più abituati a vederle nel calcio che nella pallanuoto. Eppure, da poco è andato in scena il primo turno infrasettimanale della serie A1 2019/2020. Dopo aver conquistato un punto importante a Genova con il Quinto, la Roma Nuoto ha perso in casa contro la corazzata BPM Sport Management per 5-16. Percorso inverso per la Lazio Nuoto, invece, che dopo il tonfo casalingo contro la neopromossa R.N. Salerno, ha vinto 7-8 sul campo del C.C. Napoli.

 

Roma Nuoto: brutto stop, ora bisogna ripartire

Dopo la vittoria in casa con il Posillipo e il bel pareggio 8-8 a Genova contro il Quinto, in pochi si sarebbero aspettati un risultato così ampio tra Roma Nuoto e BPM Sport Management. Il 5-16 maturato al Foro Italico è figlio della scarsa concentrazione dei giallorossi, ma soprattutto della buona vena dei lombardi. I ragazzi di Gu Baldineti, dopo la sconfitta casalinga contro l’Ortigia, hanno mostrato i muscoli per zittire tutte le critiche, ingiuste, ricevute in questo inizio di campionato, giocando una bella pallanuoto.

A farne le spese è stata la Roma Nuoto, che per poco lo scorso anno non è riuscita a strappare un pareggio alla forte squadra di Busto Arsizio, questa volta nulla ha potuto contro lo strapotere tecnico e fisico della Sport Management. Partita a senso unico e senza grandi spunti da parte dei giallorossi, disordinati e con le polveri bagnate davanti e poco reattivi dietro. Il risultato è un passivo pesante, maturato soprattutto nella seconda metà di gara. Ora è vietato non reagire.

Ma non c’è tempo di fermarsi troppo a piangere sul latte versato. Sabato 26 ottobre si vola a Palermo per la terza partita in una settimana. Avversario di turno il neopromosso Telimar Palermo di coach Ivano Quartuccio, unica squadra in A1 ancora ferma a zero punti. Un motivo di allerta in più per la Roma: di sicuro i siciliani saranno affamati di punti, soprattutto davanti al loro pubblico. Serve massima concentrazione e avere più fame di loro.

 

Lazio Nuoto: brutta al Foro, riscatto a Napoli

Percorso inverso, dicevamo, per la Lazio Nuoto, irriconoscibile al Foro Italico contro la matricola R.N. Salerno e vincente a Napoli contro la Canottieri. Dopo il sonoro 11-14 rimediato contro i giallorossi, Colosimo e compagni hanno tirato fuori l’orgoglio e una prestazione tutto cuore, giocano una bella pallanuoto e vincono 7-8 contro il C.C. Napoli, diretta rivale per la salvezza.

Primo parziale fulminante dei biancocelesti: 0-5 e C.C. Napoli sorpreso dall’avvio furioso della Lazio Nuoto. Leporale guida l’assalto dei suoi con una tripletta, Soro tira giù la saracinesca e la partita resta nelle mani dei capitolini per tre tempi – 3-8 a fine terzo. Poi, però, il match scivola dalla presa di Giorgi e compagni: il ritorno dei napoletani è veemente. Ma, per fortuna della Lazio, dopo il gol del 7-8 non c’è più tempo per pensare a un pareggio.

Neanche a dirlo, tre punti importantissimi per le aquile biancocelesti, sabato impegnate nella proibitiva partita contro l’AN Brescia. Che coinciderà anche con il ritorno al Foro Italico di Giacomo Cannella, per la prima volta nella piscina dei mosaici con una calotta diversa da quella della Lazio. Un’emozione non da poco per il giovane romano, partito benissimo nella sua nuova avventura e attuale capocannoniere del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *