Roma Femminile

Giallorosse beffate a Napoli: 2-2 e quarto posto sfumato

Tempo di lettura: 4 min

Termina con l’amaro in bocca il campionato della Roma. Il 2 a 2 con cui le ragazze di Bavagnoli hanno impattato contro il Napoli in terra partenopea ha permesso alla Fiorentina di superare le Giallorosse proprio sulla linea del traguardo. Sfugge così quel quarto posto che avrebbe permesso di andare a giocarsi la Supercoppa Italiana il prossimo anno. Una grande occasione sprecata, quella delle capitoline, che hanno sprecato le due reti di vantaggio firmate da Linari e Thomas. Ora testa al 30 maggio, per la partita più importante della stagione.

Primo tempo, la sblocca ancora Linari

Bavagnoli si presenta con una formazione alquanto sperimentale, in vista della finale di Coppa Italia. Tra le big lasciate a riposo, Giugliano, Soffia e Serturini. Da segnalare il rientro in campo dal primo minuto di Greggi e Andressa, finalmente recuperata dopo l’infortunio. Al 18’ proprio la brasiliana fa le prove generali scheggiando la aversa su punizione, poi al 20’ la Roma passa in vantaggio.

Linari, dopo aver messo la firma due domeniche fa a San Gimignano, ci ha preso gusto. Su un calcio d’angolo pennellato dalla solita Andressa, la palla arriva sul secondo palo: per la n°32 giallorossa è un gioco da ragazzi aprire il piattone e segnare a porta sguarnita. I corner sono un’arma micidiale per le Giallorosse: al 39’ il mancino fatato di Andressa termina questa volta sulla testa di Thomas, che impatta dopo un’uscita sconsiderata della n°1 del Napoli: palla salvata sulla linea e risultato che rimane invariato. Nient’altro da segnalare in una prima frazione che la Roma ha controllato agevolmente, dopo un inizio arrembante delle campane.

Secondo tempo, la Roma spreca e chiude quinta

La ripresa si apre senza particolari sussulti, con la Roma in gestione e il Napoli alla ricerca disperata del gol salvezza. Al 53’ Ceasar si tende su una punizione calciata da Goldoni.

Giallorosse

Al 61’ la Roma raddoppia: grande protagonista ancora Andressa, che dimostra di essere tornata in perfetta forma. Si gira in un fazzoletto in area di rigore, servendo l’accorrente Thomas che di punta anticipa l’intervento dei difensori, depositando sotto la traversa. Il 2 a 0 non scoraggia il Napoli, che risponde subito. Passano tre minuti e Cafferata si invola sulla fascia, scaricando un pallone insidioso al centro che Linari non riesce ad allontanare. La più lesta ad arrivare sul pallone vagante è Rijsdijk che salta Ceasar e deposita in rete il 2 a 1.  La girandola dei cambi addormenta la partita: entrano Soffia, Giugliano, Corelli e Serturini. All’87’ il pareggio azzurro: ingenua Corelli che frana addosso a Cafferata. Rigore sacrosanto che Huchet trasforma senza problemi. Finale thriller: prima Serturini è costretta ad uscire dopo un colpo durissimo alla testa, poi al 95’ Giugliano spreca il rigore della vittoria, che relega le Giallorosse alla quinta posizione finale.

Le dichiarazioni delle protagoniste

Ai microfoni di Roma Tv è visibilmente amareggiata coach Bavagnoli: “oggi abbiamo affrontato una squadra che ha fatto di tutto per metterci in difficoltà, merito a loro per aver trovato un pareggio importante, anche se siamo state noi ad agevolarlo molto. È una partita che abbiamo tenuto sotto controllo e che avremmo potuto vincere senza troppe preoccupazioni. Siamo amareggiate per non aver sfruttato il rigore finale e per aver regalato il pareggio.”

Prova a guardare oltre Angelica Soffia, subentrata nella ripresa e tenuta precauzionalmente a riposo in vista della partita contro il Milan: “abbiamo il pensiero fisso di questa finale da quando siamo passate contro la Juventus. Come squadra, come gruppo, come staff. Come Roma. Stiamo lavorando per arrivarci nel miglior modo possibile”.

Condividi:

Pubblicato da Lorenzo Piersanti

Nonostante un diploma al liceo scientifico ho capito che la matematica non sarebbe mai stata il mio mestiere. Ho quindi conseguito una Laurea triennale in Scienze della Comunicazione prima, e una Laurea specialistica in Media, Comunicazione e Giornalismo poi. Redattore presso la testata giornalistica Wild Italy, prima di sposare il bellissimo progetto del L'Occhio Sportivo. Nel mezzo ho anche effettuato un tirocinio presso Calciomercato.com. Tutto questo perchè sono un amante dello sport a tutto tondo, in particolare del calcio. Mi piace raccontare il pallone in tutte le sue sfaccettature, senza compromessi.