Roma Femminile

Serturini apre, Bonfantini chiude: quinta vittoria casalinga consecutiva

Tempo di lettura: 4 min

Nella 17° giornata del campionato di Serie A femminile, la Roma ospitava al Tre Fontane San Marino. Partita sulla carta più che abbordabile, che si rivela invece più difficile del previsto. Le Giallorosse, contro la penultima forza del torneo, faticano non poco, risolvendo la pratica con un gol per tempo. Serturini prima, e Bonfantini poi, regalano alla Roma la quinta vittoria consecutiva tra le mura amiche che tiene a debita distanza la Fiorentina dal quarto posto, in vista dello scontro diretto dopo la sosta.

Primo tempo, Serturini porta avanti la Roma

Tra infortuni e squalifiche, Betty Bavagnoli è costretta a fare di necessità virtù. Ancora Soffia sulla sinistra al posto dell’infortunata Bartoli e Banusic, dopo l’eurogol contro l’Inter, a sostituire la squalificata Lazaro; riposo per Andressa, sostituita da Ciccotti con Giugliano spostata sulla linea dei trequartisti. Le Giallorosse risentono dell’eccessivo cambiamento e faticano a trovare la quadratura del cerchio nel primo tempo.

Al 7’ Ciccotti mette in difficoltà San Marino con un colpo di testa nell’area piccola, poi, sul solito asse Thomas-Serturini, le capitoline passano. Classica azione della francese, che arriva sul fondo e calibra un cross dove Serturini è la più lesta ad arrivare, siglando l’1-0 con il tap-in sottoporta. Ottavo gol in campionato per la 15 giallorossa, sempre più leader della squadra. Dopo il gol la Roma perde consistenza offensiva e non riesce più a rendersi particolarmente pericolosa dalle parti dell’estremo difensore di San Marino. Ci provano Giugliano e Banusic senza fortuna, prima del duplice fischio dell’arbitro.

Secondo tempo, le Giallorosse faticano a chiudere il match

La ripresa offre spunti più interessanti: si aprono i varchi e le occasioni si moltiplicano. Al 51’ Erzen sciupa da buona posizione sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi al 67’ ancora una scatenata Serturini mette in mezzo un cioccolatino dalla sinistra solo da spingere in porta, divorato clamorosamente da Giugliano. Le ragazze di Bavagnoli, alla ricerca del gol che possa chiudere la partita, si sbilanciano pericolosamente ed offrono il fianco alle avversarie. Le sostituzioni della squadra ospite danno i frutti sperati, rinvigorendo la manovra: proprio le neoentrate Barbieri e Rigaglia mettono paura a Ceasar, non inquadrando però la porta. San Marino spinge alla ricerca del pareggio, scoprendosi inevitabilmente. Bavagnoli intuisce il momento e opta per l’estro di Andressa.

Bonfantini

Proprio quest’ultima, all’82’, serve con un filtrante perfetto Serturini, che non trova la doppietta personale solo a causa di una Ciccioli extralusso. E’ però il preludio al raddoppio: gli enormi varchi permettono a Bonfantini di chiudere il match nell’ultimo minuto di recupero, dopo una galoppata solitaria verso la porta. Il 2-0 finale rappresenta un buon viatico in vista del rush finale.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Ai microfoni di Roma TV, una comunque soddisfatta Bavagnoli analizza la gara: “la vittoria è fondamentale perché ci permette di affrontare questo periodo di sosta con tranquillità, prepareremo le prossime gare al meglio. Ce la siamo complicata da sola nella seconda parte della ripresa, ma non abbiamo mai subìto momenti o situazioni pericolosi. Chiaro che sull’1-0, se non la metti al sicuro, all’ultimo le avversarie ci provano e si rischia. Poi sulla sosta in arrivo: “mi sento di dire che la sosta arriva al momento giusto, facciamo della velocità il nostro gioco. Dobbiamo essere pronte dal punto di vista fisico, nella seconda parte del secondo tempo abbiamo avuto un calo”.

Contenta anche Agnese Bonfantini, protagonista con il gol che ha chiuso la partita: “avremmo potuto chiuderla prima, però era importante portare a casa i tre punti”.

Condividi:

Pubblicato da Lorenzo Piersanti

Nonostante un diploma al liceo scientifico ho capito che la matematica non sarebbe mai stata il mio mestiere. Ho quindi conseguito una Laurea triennale in Scienze della Comunicazione prima, e una Laurea specialistica in Media, Comunicazione e Giornalismo poi. Redattore presso la testata giornalistica Wild Italy, prima di sposare il bellissimo progetto del L'Occhio Sportivo. Nel mezzo ho anche effettuato un tirocinio presso Calciomercato.com. Tutto questo perchè sono un amante dello sport a tutto tondo, in particolare del calcio. Mi piace raccontare il pallone in tutte le sue sfaccettature, senza compromessi.