Pallanuoto, ricomincia la serie A2. Settebello agli Europei

Dopo più di un mese di stop, torna in vasca la pallanuoto che conta. Sarà la serie A2 a inaugurare il 2020, con l’A1 ancora ferma fino all’1 febbraio per gli impegni del Settebello. La nazionale di Campagna, infatti, dal 12 al 26 gennaio sarà impegnata a Budapest per l’Europeo, primo impegno ufficiale dell’anno olimpico. Fare bene in Ungheria è il primo passo per arrivare a Tokio 2020 da protagonisti. Ma torniamo a guardare più vicino a noi: che succede nel girone Sud dell’A2?

 

L’Anzio Waterpolis comanda la serie A2

L’Anzio Waterpolis ha già messo le cose in chiaro dopo sole quattro giornate. La squadra di Mirarchi è l’unica imbattuta del torneo e guarda tutte le avversarie dall’alto in basso. Primi in classifica a 10 punti, i pontini inizieranno il 2020 incontrando in casa il Cus Unime, rivelazione del girone a quota 9. Due gli scogli principali da superare per arrivare in testa al giro di boa: le trasferte con Acquachiara e Pescara.

Nel girone di ritorno, poi, tutti i match più spinosi saranno tra le mura amiche della Comunale. Fondamentale, quindi, iniziare l’anno nuovo nel miglior modo possibile, per approcciare poi con più serenità alla seconda parte di stagione. Nella quale, ovviamente, saranno protagonisti anche e soprattutto i play off promozione. Partendo, senza distrarsi, dalla sorpresa Messina.

 

Roma Vis Nova: non chiamatela sorpresa

Chi, invece, non può e non deve essere una sorpresa è la Roma Vis Nova. Società che da anni lavora bene, sia a livello di prima squadra che giovanile, e che quindi non può più meravigliare. Il ridimensionamento dei costi operato in estate dal presidente Ferraro non ha intaccato la qualità del roster a disposizione di coach Calcaterra. La squadra gioca a memoria, poggia su basi solide (leggi Bonito, Cupic e Parisi, ndr) ed esprime una pallanuoto più che piacevole.

De Vena e Navarra sono la via di mezzo tra i senatori e i giovanissimi che rendono frizzante e dinamica questa squadra. Orfana ora di Murro, trasferitosi ad Aosta per lavoro, ma pronta a riaccogliere un altro giocatore importante come Emanuele Ferraro. Il 2020 dei Leoni comincia a Napoli contro la Cesport. L’obiettivo è tornare a vincere dopo il mezzo passo falso casalingo con l’Acquachiara.

 

Roma 2007 Arvalia, è ora di rialzare la testa

La Roma 2007 Arvalia è, invece, vittima di una progressiva involuzione, nel gioco e nei risultati. I 3 punti conquistati in modo perentorio contro il Tuscolano all’esordio sono rimasti gli unici in classifica dei giallorossi. Il club di Di Santo, infatti, ha chiuso il 2019 con tre sconfitte consecutive. Battuto nell’ordine da: Cus Unime, Civitavecchia e Muri Antichi, non proprio tre squadre che puntano ai play off. E la cosa deve far riflettere chi di dovere.

Salutare Miskovic, Vittorioso e Washburn non sarebbe facile per nessuno, è chiaro. I giovani stanno facendo bene, così come Gianni. Toth, invece, non ha convinto la società e non continuerà la sua esperienza a Roma. In mezzo, poi, ci si mette anche la sfortuna. Fiorillo continua a combattere con i fastidi alla spalla e sembra che Faiella abbia subito, purtroppo, un infortunio serio al ginocchio. Non il miglior modo di cominciare il 2020, che partirà al Foro contro l’Acquachiara.

 

Tuscolano, è ora di voltare pagina

Fanalino di coda a quota 0 punti in classifica troviamo il Tuscolano by Corefit. In questo avvio di stagione, la squadra di Neroni ha sembrato patire il salto di categoria. Non è per niente facile per i giocatori abituarsi ai ritmi della serie A2, dopo tanti anni di B. Il tempo per migliorare e fare punti senza dubbio c’è: ora sarebbe solo controproducente fare drammi. Bisogna continuare a lavorare, restando uniti come squadra.

Certo, l’anno nuovo non presenta al sette di Cinecittà una grande occasione per sbloccare la classifica. Il 2020 rossoblù, infatti, inizierà con la difficilissima trasferta contro il Nuoto Catania, una delle migliori squadre del girone. Ma già dalla settimana successiva qualcosa potrebbe cambiare. Il 18 gennaio arriva la Cesport al Foro Italico: sarà quella l’occasione buona per conquistare i primi 3 storici punti in serie A?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *