Roma Femminile

Roma 1-1 Florentia: un pareggio che sa di sconfitta

roma

Tempo di lettura: 4 min

La Roma è tornata in campo al Tre Fontane lo scorso sabato alle 14.30 sfidando il Florentia San Gimignano di Stefano Carobbi. L’obiettivo delle giallorosse era chiaro: bisognava ritrovare i tre punti in campionato dopo un pareggio con la Fiorentina e una sconfitta contro il Milan. Tre punti che però non sono arrivati, il vantaggio firmato da Serturini viene recuperato da Martinovic. Tante le occasioni sprecate e altri punti persi che allontanano l’obiettivo Champions League.

Le giallorosse creano tanto ma concretizzano poco

LaPresse

Nel primo tempo le ragazze di Elisabetta Bavagnoli creano tanto e sembrano farlo con significativa facilità. Fin dai primi minuti di gioco la Roma gestisce bene il gioco con Giugliano spostata a mezz’ala che riesce a dare fluidità al possesso, scambiando spesso con Serturini. Ed è proprio la numero 15, che si mostra la più pericolosa tra le giallorosse, a sbloccare la partita al quarto d’ora grazie ad un gran contropiede giallorosso finalizzato grazie ad un’ottima apertura di Pettenuzzo.

La Florentia non è un avversario da poco e mentre cerca di reagire la Roma gioca bene ma non segna. Al 27′ Lazaro, servita da Bonfantini al termine di una bella azione corale, spara alto sopra la traversa a porta vuota il pallone del possibile 2-0. Le occasioni sprecate non finiscono qui: poco dopo Serturini stampa sulla traversa un gran destro. Il primo tempo si chiude sull’1-0 per le giallorosse che creano tanto ma concretizzano ben poco. 

Nella ripresa il copione è lo stesso, la Roma crea molte occasioni da goal che però non si concretizzano. Le avversarie reagiscono e si affacciano più spesso nell’area di rigore giallorossa cercando a tutti i costi un goal. Nonostante la Roma meritasse il doppio vantaggio, questo non arriva e al 76′ Martinovic pareggia la gara grazie ad un assist di Cantore. Le padrone di casa non si arrendono, ma nonostante il carattere e il buon gioco la gara termina 1 – 1. Un pareggio che sa di sconfitta.

È difficile per me commentare, sono amareggiata”: così Elisabetta Bavagnoli ha espresso il suo umore al termine della gara

L’allenatrice Elisabetta Bavagnoli ha parlato ai microfoni di RomaTv al termine della gara contro il Florentia San Gimignano:

LaPresse

“Credo di aver contato almeno sei palle gol clamorose. È difficile per me commentare, sono amareggiata. Le ragazze creano le occasioni ma sulle lacune che cerchiamo di migliorare evidentemente dobbiamo ancora lavorare. Mi assumo la responsabilità ma a due metri dalla porta i palloni vanno messi dentro. Gli errori sono soprattutto individuali, come sul gol preso o sugli errori davanti alla porta. Non va bene”.

Chiara la posizione del mister, non è sufficiente giocare bene e creare ottime occasioni da goal, bisogna concretizzare. Ancora troppi errori e troppe lacune da colmare, è necessario lavorare di più. Le giallorosse non possono accontentarsi se vogliono raggiungere determinati obiettivi, inoltre quest’atteggiamento non sarà sufficiente per vincere la prossima gara contro la Juventus, capolista a punteggio pieno. In merito alla prossima sfida Elisabetta Bavagnoli si è espressa così:

“Credo che con la Juve servirà un altro tipo di squadra. Siamo giovani con qualche giocatrice d’esperienza, facciamo vedere unione di squadra ma dobbiamo fare tanto di più. In questo campionato non basta segnare un solo gol e se ci accontentiamo, senza tirar fuori la cattiveria non faremo passi in avanti. L’unica cosa che posso dire che ci proviamo fino alla fine ma non basta”.

Un pareggio amaro per la Roma che deve lavorare ancora molto. Ora testa alla prossima sfida contro la Juventus che si terrà sabato 12 dicembre alle 12.30.

Condividi:

Pubblicato da Melissa Violetto

Laurea Triennale in Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali e successivamente Laurea Magistrale in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo entrambe alla Sapienza. Amante dello sport, in particolare del calcio in tutte le sue forme. Ha collaborato con Radio Sapienza come Social Media Menager, gestendo soprattutto programmi sportivi. Innamorata dell'arte e di tutto ciò che permetta di esprimere la propria creatività.