Pallanuoto, tutto pronto per il rush finale in A1 e A2

Sabato 11 maggio 2019 sarà il giorno dei verdetti per le due romane della serie A1. Alla Roma Nuoto, impegnata alle 18 contro il Bogliasco, basta un punto per la matematica salvezza. Più difficile il compito della Lazio Nuoto, che alle 15 affronterà un Savona affamato come lei di punti salvezza. In serie A2, invece, a tre giornate dalla fine è sempre più bagarre per i play off. Perdono Latina Pallanuoto e Roma 2007 Arvalia, importante vittoria per la Roma Vis Nova.

 

Lazio e Roma, la salvezza passa per il Foro Italico

Il Foro Italico nel destino di Lazio Nuoto e Roma Nuoto. Il match point per la salvezza diretta è per entrambe nell’affascinante piscina dei mosaici. I biancocelesti se la vedranno con il Savona, in quella che sarà una finale per non andare ai play out. L’ultima partita le Aquile la giocheranno a Brescia, scontato il risultato. Allora la sfida coi biancorossi assume i contorni di un bivio: vincere significa restare in A1, perdere andare ai play out.

Più semplice sulla carta la partita della Roma. I giallorossi si giocheranno tutto contro il fanalino di coda Bogliasco e per la certezza di restare in A1 basterà anche un punto. Occhio alla maggiore spensieratezza dei liguri, ma i capitolini hanno dimostrato durante la stagione di reggere bene la pressione. Alla faccia della carta d’identità di gran parte della squadra. Seppur con fasi altalenanti, entrambe le romane hanno disputato una buona stagione. La speranza è che possano concluderla al meglio.

 

Tonfo Latina Pallanuoto

Fa rumore perché inaspettato il tonfo casalingo della Latina Pallanuoto. I pontini, infatti, perdono 11-8 ad Anzio contro il Telimar Palermo e sprecano una grossa occasione per avvicinare un piazzamento play off. Partita equilibrata, ma sempre condotta dai siciliani. Pesa moltissimo l’1 su 12 in superiorità per i padroni di casa, incapaci di reagire alla maggiore determinazione degli avversari.

Le contemporanee vittorie di Pescara e Roma Vis Nova accorciano e di molto la classifica in zona play off. Dal secondo al quinto posto ci sono ora quattro squadre in tre punti. Attenzione alle prossime due giornate, in cui il Latina andrà a far visita prima al Cus Unime, poi al Pescara, terzo a 39 punti, solo uno in meno della squadra di Mirarchi. Sarà un finale di campionato tosto: ai neroazzurri il compito di mostrare ancora una volta la propria forza.

 

Altra vittoria per la Roma Vis Nova

Momento d’oro in casa Roma Vis Nova, giunto alla sesta vittoria consecutiva. A Monterotondo, i Leoni battono 7-6 il Crotone penultimo e restano quinti a 37 punti, agganciati al treno play off. Peccato per le vittorie di Telimar Palermo e Pescara su campi difficili (rispettivamente Latina e Messina, ndr): questo poteva essere un turno in cui guadagnare punti sulle rivali, ma così non è stato. Sabato prossimo a Catania, contro il fanalino di coda Muri Antichi, ricomincia l’assalto al quarto posto.

La partita con i calabresi si è rivelata più difficile del previsto. Dopo il solco scavato nel primo tempo (3-1, ndr), il Vis Nova ha rallentato il ritmo e gestito la gara fino al 7-4 di metà quarto tempo. Poi il calo di concentrazione che ha portato ai due gol del Crotone e a un finale più faticoso del previsto. Ma ciò che conta sono sempre i 3 punti. Quelli sono arrivati e aprono a un finale di stagione da vivere da protagonisti.

 

Roma 2007 Arvalia, niente impresa contro la R.N. Salerno

La Roma 2007 Arvalia non riesce ad arginare la capolista R.N. Salerno, vittoriosa per 4-7 al Foro Italico. Senza l’infortunato Fiorillo, i giallorossi tengono botta solo per due tempi (1-1 al cambio campo, ndr). Poi i campani aumentano i giri del motore e piazzano un 2-5 al terzo parziale che indirizza la gara a loro favore. All’andata, i ragazzi di Ciocchetti fermarono il Salerno sul 4-4 a casa propria, unica squadra ad aver preso punti alla Vitale. L’Arvalia non è riuscita a ripetere l’impresa.

Con 28 punti, la Roma 2007 rimane settima, in attesa di recuperare proprio oggi 9 maggio la partita casalinga contro il Crotone. Ma anche in caso di vittoria, i capitolini rimarrebbero comunque nella stessa posizione di classifica, a 7 punti dal quarto posto del Telimar Palermo, a sole tre giornate dal gong. Improbabile riuscire a scavalcare tre squadre: i play off sono un miraggio. Ma resteranno l’obiettivo per la prossima stagione, magari giocando una bella pallanuoto come nel girone d’andata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *