Roma Femminile

Giugliano e Andressa: uno-due giallorosso nel segno della continuità

giugliano

Tempo di lettura: 4 min

Dopo la vittoria contro il Napoli, la Roma era attesa ad un nuovo esame di maturità. Dopo un girone di andata ben al di sotto delle aspettative, le ragazze di Bavagnoli ospitavano al Tre Fontane il Sassuolo terzo in classifica, vera e propria sorpresa di questo campionato. Continuità di risultati e prestazioni era ciò che si richiedeva alla Roma, per provare a rincorrere quel posto Champions già lontanissimo.  Il 2-0, maturato già nei primi 45 minuti con le reti di Giugliano e Andressa, rappresenta un buon viatico per il prosieguo del campionato, e spiega solo in parte il dominio delle giallorosse durante l’arco di tutti i 90 minuti.

Giugliano-Andressa: primo tempo da antologia

Bavagnoli schiera la Roma con il classico 4-3-3, con un solo cambio rispetto alla formazione tipo schierata nelle ultime apparizioni: Elena Linari, fiore all’occhiello del mercato invernale, sostituisce Pettenuzzo sulla linea difensiva. Pronti, via e le giallorosse passano subito in vantaggio. Al 6’ Giugliano sfrutta un’indecisione in uscita delle neroverdi, involandosi verso la porta e scagliando un bolide che si insacca sul primo palo alle spalle di Lemey. L’ex rossonera pone così fine ad un’astinenza da gol che durava da più di un anno.

Non contente del vantaggio, le capitoline continuano a spingere il piede sull’acceleratore: Andressa prima fa le prove generali per il gol, con una punizione da posizione defilata respinta in corner dall’estremo difensore ospite. Poi al 41’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, trafigge per la seconda volta il Sassuolo con il suo chirurgico mancino. Si va al riposo sul 2-0, dopo un primo tempo sostanzialmente a senso unico.

Secondo tempo da big: attenzione difensiva e ripartenze

Il copione non cambia nella ripresa, con la Roma che gestisce con ordine la rabbia agonistica del Sassuolo. Filangeri prova più volte ad accorciare le distanze, ma Caesar è attenta nelle circostanze in cui viene chiamata in causa. La squadra ospite, anzi, costretta a buttarsi in avanti, si espone alle ripartenze giallorosse. Serturini e Thomas, ottimamente lanciate da Giugliano avrebbero la possibilità di aggiungersi sul tabellino dei marcatori.

Solo l’imprecisione sotto porta non consente alla Roma di aumentare il passivo. Il risultato finale non cambia, e le capitoline mettono in cascina tre punti importantissimi, alimentando la corsa a quel terzo posto, oggi distante ancora sei punti, occupato proprio dal Sassuolo.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Fiera e orgogliosa della prova delle sue ragazze Betty Bavagnoli, che ha parlato ai microfoni di Roma Tv: “ abbiamo lavorato tanto sulla concentrazione, quello che avevamo fatto meno bene nella prima parte della stagione. Oggi abbiamo fatto un ottimo primo tempo tatticamente, non abbiamo subito reti e nel secondo non abbiamo mollato mai”. La coach delle giallorosse si aspetta ora un ulteriore salto di qualità: “ho la sensazione che siamo molto più consapevoli, l’ho detto alla squadra. Dall’inizio dell’anno abbiamo fatto dei passi in avanti, mostrando prestazioni degne e dando continuità anche nei risultati. Oggi ho visto una squadra costante, cosa che prima non ci succedeva. Vogliamo continuare a risalire la classifica”.

Ha parlato anche Elena Linari, al debutto con la nuova maglia: “ero un po’ agitata perché è stata la mia prima partita in Italia dopo un bel po’ di tempo e l’esordio è capitato in questo bellissimo stadio […]La squadra è compatta, le ragazze mi hanno aiutato nell’inserimento. Ho trovato un bellissimo ambiente e sono contenta di mettere la mia esperienza al servizio della squadra”.

Condividi:

Pubblicato da Lorenzo Piersanti

Nonostante un diploma al liceo scientifico ho capito che la matematica non sarebbe mai stata il mio mestiere. Ho quindi conseguito una Laurea triennale in Scienze della Comunicazione prima, e una Laurea specialistica in Media, Comunicazione e Giornalismo poi. Redattore presso la testata giornalistica Wild Italy, prima di sposare il bellissimo progetto del L'Occhio Sportivo. Nel mezzo ho anche effettuato un tirocinio presso Calciomercato.com. Tutto questo perchè sono un amante dello sport a tutto tondo, in particolare del calcio. Mi piace raccontare il pallone in tutte le sue sfaccettature, senza compromessi.