La Virtus stravince il derby con la Leonis: è minifuga

La partita per la Virtus Roma non è delle più semplici: derby capitolino contro una Leonis Roma in crisi, e reduce dal cambio di allenatore in settimana. La Virtus invece vuole dare continuità alle ultime ottime prestazioni. La sfida del Pala PonteGrande è delicata e fondamentale per continuare a cullare il sogno promozione.

I QUARTO, Leonis Roma – Virtus Roma 8 – 22

Pronti, via e la Virtus parte subito con il piede sull’acceleratore con una tripla di Landi e un appoggio da sotto di Sims, portandosi sul 5 a 0 nei primi due minuti e mezzo della partita; anche nella metàcampo difensiva l’approccio è quello giusto, con uno sfondamento preso e una stoppata di Sims. Nunzi è costretto a chiamare il timeout sul 7-0 dopo un altro appoggio del centro americano sotto canestro. All’uscita dal timeout la Leonis prova a ricucire lo strappo, ma è ancora Landi con una tripla a fissare il punteggio sul 13-6 per la Virtus a 4 minuti dalla sirena del primo quarto. Moore con un gioco da tre punti sancisce il +11. Sims è un incubo per la difesa dell’EuroBasket, e dopo un parziale di 10-0(19-6), il primo quarto termina sull’8 a 22. Sims mattatore con ben 10 punti.

II QUARTO Leonis Roma – Virtus Roma 36 – 52

Il secondo quarto si apre sulla scia del primo: la Leonis Roma fatica a trovare il canestro con continuità, e si affida al tiro dalla lunga distanza, mentre la Virtus entra in area con una facilità disarmante, con Alibegovic e Saccaggi sugli scudi. Nunzi chiama timeout sul 17-32. Al rientro la partita è equilibrata. Hollis e Jones provano a trascinare l’EuroBasket ad una difficile rimonta, con un parziale di 5 punti consecutivi. A 3 minuti dall’intervallo lungo il punteggio recita 26-38 a favore della Virtus Roma. La capolista però non ci sta, e infila un controparziale di 7-0 firmato da Baldasso, Moore e Sims per il 26-45. Moore continua a bombardare dalla lunga distanza senza sosta, rispondendo ad una tripla di Hollis per il 29-48. Sims continua a dominare sotto i tabelloni, andando in lunetta con regolarità: 2/2 dalla lunetta. Nell’ultimo minuto ancora il n°21 virtussino colpisce con un piazzato dalla media distanza, prima che il tiro della disperazione della Leonis Roma sulla sirena trovi miracolosamente la retina. Il punteggio alla fine del primo tempo recita 36-52 per la squadra di Bucchi.

III QUARTO Leonis Roma – Virtus Roma 52 – 77

Moore ricomincia il terzo periodo da dove aveva terminato, con l’ennesima tripla, per sbloccare il quarto. Due tiri liberi di Hollis provano a svegliare l’EuroBasket dal torpore, ma prima una nuova tripla di Chessa, e poi altri due facili punti per Sandri in contropiede, ricacciano i padroni di casa lontani nel punteggio. Landi, con un piazzato dalla media distanza sancisce il +24. Fall inchioda a canestro per fermare l’emorragia della Leonis. Sims continua ad andare in lunetta: 1/2 dalla linea della carità. Un fallo tecnico a testa, di Amici prima, e Sims poi, per il 64-41. Parte centrale del terzo quarto molto spezzettata, con tanti giri in lunetta. A due minuti dal termine del periodo si riaccendono le micce, con triple in serie: Landi, Moore e Santiangeli da una parte, Loschi e Jones dall’altra. La terza frazione si chiude sul 52-77.

IV QUARTO Leonis Roma – Virtus Roma 73 – 94

4 punti di Alibegovic in apertura di quarto periodo danno inizio ai titoli di coda del match; la partita è virtualmente in ghiaccio per la Virtus. Jones, l’ultimo ad arrendersi per l’EuroBasket, risponde con un gioco da tre punti. Dall’altra parte ancora Alibegovic, con il tap-in da sotto canestro, continua a macinare punti per la Virtus. La Leonis risponde dalla lunetta, riportandosi sul 63-80. Landi firma il suo punto numero 16 di rapina, dopo un pick&roll giocato male tra Moore e Sims. Dall’altra parte è ancora il n°40 della Leonis con un altro viaggio in lunetta a mantenere alta la concentrazione per i suoi, ma Moore, con una bomba da distanza siderale e un tiro dalla media, porta il punteggio sul 64-90. Alla fine per lui saranno 20 punti con un eccellente 5/8 dall’arco dei 3 pt. Sims domina sotto le plance e iscrive altri due punti alla sua partita, per una doppia doppia da 23 punti e 11 rimbalzi. Fanti con la tripla dell’orgoglio, e Jones, migliore dei suoi con 19 punti, per il 71-93. Gli ultimi due minuti sono puro garbage time, con canestri a cronometro fermo: Baldasso fa 1/2, Loschi 2/2. Il derby capitolino termina così, dopo un match che sostanzialmente non ha visto partita a favore della Virtus. Il punteggio finale recita 73-94.

Tabellino:

Leonis Roma: Fall 8, Ragusa ne, Santini ne, Torresani ne, Fanti 3, Infante 0, Loschi 18, Bonessio 0, Amici 7, Jones 19, Hollis 11, Bushati 7

Virtus Roma: Alibegovic 13, Lucarelli ne, Chessa 3, Moore 20, Sandri 6, Baldasso 4, Saccaggi 2, Landi 16, Sims 23, Santiangeli 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *