Approfondimento derby

Pallanuoto: derby al Latina, pareggia la Roma Vis Nova

Abbiamo alle spalle un weekend di pallanuoto ricco di emozioni. Non certo per le Final Eight di Coppa Italia, in cui la Pro Recco strapazza l’A.N. Brescia e vince il trofeo per la quattordicesima volta nella sua storia. La tredicesima negli ultimi quattordici anni: mostruosi. Ma è dalla serie A2 che viene lo spettacolo. Pareggio con rimpianto per la Roma Vis Nova contro il Telimar Palermo, vittoria di misura della Latina Pallanuoto nel derby d’alta quota con la Roma 2007 Arvalia.

 

Un derby giocato a ritmi altissimi

Partita vibrante al Foro Italico, equilibrata e risolta solo negli ultimi secondi di gioco. Roma 2007 Arvalia – Latina Pallanuoto è stato il derby che ci aspettavamo: due squadre di livello con due ottimi allenatori, andranno lontano. Il risultato finale premia i pontini, che vincono 8-9 segnando la rete decisiva a 7” dal termine con Barberini. Solo una manciata di secondi prima, Fiorillo aveva avuto tra le mani il pallone da 3 punti, incredibilmente sparato fuori da posizione ravvicinata.

Quello che più ha impressionato è stato però il ritmo che le due squadre hanno tenuto per tutto l’arco dei quattro tempi di gioco. Sintomo che Ciocchetti e Mirarchi preparano bene i propri ragazzi, considerando anche che entrambi hanno dato pochissimo spazio alle seconde linee. Lavoro extra per i titolari, cambi col contagocce e giocate dal tasso tecnico elevatissimo per tanti dei protagonisti in vasca.

Entrambe le formazioni hanno dimostrato di valere la classifica che hanno. Con questa vittoria, il Latina sale a 25 punti e raggiunge al secondo posto il Telimar Palermo, che impatta 7-7 in casa della Roma Vis Nova. Ma di questo parleremo più avanti. La Roma 2007, ora quinta, resta a quota 22, viene superata dal Pescara e tallonata dal Cus Unime. Gode la R.N. Salerno, sempre più prima da sola a 31 punti, +6 dalla coppia inseguitrice formata proprio da palermitani e pontini.

 

I protagonisti del match

Sugli scudi il portiere giallorosso Washburn, oggi chiamato agli straordinari per arginare Goreta, capocannoniere del girone Sud. O almeno a provarci, visti i quattro gol del croato. Bravo lui e pigra la difesa capitolina, che ha spesso lasciato il tiro all’uomo migliore del Latina. Vittorioso (due reti, 46 anni e una partita da incorniciare) non smette mai di stupire, Miskovic (3) è ispirato dall’assist man Fiorillo (1), Faiella (2) ha il braccio caldo.

Ma non basta per arginare la voglia di Lapenna (1) e compagni di vincere questa partita. Barberini (2)non gioca molto ma è decisivo. Instancabili Tulli e Di Rocco: un gol a testa e due polmoni d’acciaio per i tuttofare del Latina. E gli allenatori? Mirarchi, con Giacomo Gianni a marcare, ha impostato la partita più sul pressing che sulla zona. Quasi solo difesa M, invece, per Ciocchetti e la sua Arvalia, che si fidano molto del proprio portiere. Gli episodi hanno fatto la differenza.

Roma Vis Nova: pareggio e tanti rimpianti

La Roma Vis Nova inizia il suo girone di ritorno con un 7-7 casalingo contro la corazzata Telimar Palermo. A Monterotondo, gli uomini di Calcaterra giocano bene per buona parte della gara, sono quasi sempre avanti, ma a un minuto dal termine subiscono due reti che valgono il pareggio. Tanta la rabbia per una mancata vittoria, espressa bene dall’intervista post gara del portiere Bonito ai canali ufficiali della sua società.

Smaltita la delusione per non aver vinto, nei Leoni rimarrà la consapevolezza di potersela giocare alla pari con tutti. Tour de force dei romani che proseguirà sabato 16 marzo a Messina in casa del Cus Unime e quello successivo nella vasca amica contro la Latina Pallanuoto. Non un calendario in discesa, che proseguirà con la trasferta a Napoli contro la Cesport e il derby con la Roma 2007. Il prossimo mese ci dirà tanto sulle ambizioni e sul reale valore di questa squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *