Rubriche Storiche

Nibali, lo “squalo” e la vittoria al giro 2013

messinasportiva.it

Tempo di lettura: 3 min

Nibali durante la prima settimana del Giro d’Italia 2022 ha annunciato che a fine anno si ritirerà dal ciclismo. Tante le vittorie conquistate dal ciclista siciliano. Con il seguente articolo L’Occhio Sportivo vi riporta indietro al 2013, quando Vincenzo conquistò per la prima volta in carriera la corsa rosa.

Vedi Napoli e poi….

L’edizione 2013 del Giro d’Italia iniziò da Napoli, 130 km lungo il capoluogo partenopeo. Tra gli uomini più attesi era presente Vincenzo Nibali. Il siciliano dell’Astana, dopo un terzo posto nel 2010 e un secondo nel 2011 (edizione vinta da Michele Scarponi dopo la squalifica di Alberto Contador), puntava senza mezzi termini alla vittoria finale.

fanpage.it

La prima tappa vide il siciliano nel gruppo mentre a vincere fu Mark Cavendish che conquistò in questo modo anche la maglia rosa anche se il favorito di quell’edizione era Bradley Wiggins, del Team Sky. Nibali dopo la terza tappa era quinto in classifica generale a all’ottava tappa, la Gabicce Mare-Saltara, il siciliano chiude quarto, riuscendo però a conquistare la tanto desiderata maglia rosa.

L’impresa

Bradley Wiggins stava perdendo terreno ed era andato in crisi, tanto da accumulare ritardo su Vincenzo Nibali fino al ritiro dalla corsa al termine della dodicesima tappa. Il siciliano invece, dopo aver conquistato la maglia rosa, stava diventando sempre più padrone della corsa vincendo la Mori-Polsa.

sport.sky.it

Il giorno seguente la vittoriosa tappa, Nibali insieme a tutto il gruppo era pronto per la tappa successiva che sarebbe dovuta partire da Ponte di Legno, annullata però per avverse condizioni atmosferiche. Il giorno della Silandro- Tre cime di Lavaredo, nonostante la neve e la gente accorsa (come sempre quando si parla di Giro d’Italia), quando mancavano poco meno di 3 km alla conclusione, Nibali scattò vincendo e realizzando una vittoria epica.

Portabandiera

Quella vittoria diventò per Nibali l’emblema di quel Giro d’Italia, quella che lo portò poi alla definitiva vittoria di quell’edizione della corsa rosa. Il siciliano aveva vinto per la prima volta la maglia rosa, il sogno di ogni ciclista italiano. Nel 2014 trionfò anche al Tour de France riportando una vittoria che all’Italia mancava dal 1998 con Marco Pantani e nel 2016 arrivò il bis del Giro. Nibali avrà sempre un posto nel cuore degli appassionati, resta da capire cosa gli riserverà il futuro con la possibilità di costituire un suo team nei prossimi anni.

Immagine copertina tratta da messinasportiva.it

Condividi:

Pubblicato da Christian Scala

Romano, diplomato al liceo linguistico Hegel, frequenta il corso di Scienze della Comunicazione all'Università Roma tre. Grande passione per il ciclismo e appassionato di calcio, ha collaborato con Centro Mare Radio e attualmente scrive per Torremare e L'ortica, due riviste online.